“Questa pagina è dedicata a tutti quelli abbastanza coraggiosi e pazzi da credere che siamo davvero qui su questo pianeta per renderci felici gli uni gli altri!”

“Questa pagina è dedicata a tutti quelli abbastanza coraggiosi e pazzi da credere che siamo davvero
qui su questo pianeta per renderci felici gli uni gli altri!”

Scopri la felicità al lavoro

Scarica gratuitamente ora l’Happy At Work Manifesto con un clic e se sei felice di restare in contatto con noi, lascia la tua mail!

Nome: 

Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n.196 del 30/6/2003)


Il nostro pensiero di Felicità

Pensiamo che le persone felici sul lavoro siano più produttive, più motivate e più efficaci nelle relazioni con i clienti e con i colleghi.

Per noi un luogo di lavoro dove le persone sono felici è un luogo in cui le persone sentono di valere, di avere potere e influenza – in coerenza con il loro ruolo, si sentono capaci di contribuire e trovano in quello che fanno il modo di esprimere i propri talenti.

Essere felici al lavoro è una scelta, è la più alta forma di rispetto verso se stessi e le proprie capacità.

Si sceglie di essere felici se si decide di orientare le proprie azioni verso un continuo processo di autosviluppo. Per essere felici occorre apprendere, sperimentare e sperimentarsi.

Sarà produttiva e vincente sul mercato l’organizzazione che riuscirà a costruire un modello culturale e di sviluppo organizzativo che facilita lo sviluppo dell’individuo, che permette ai propri collaboratori di scegliere di essere felici.

 

Il Baricentro della Felicità in azienda

Soluzione per raggiungere la felicità in aziendaSiamo convinti che non esista una sola soluzione perfetta per tutti per trovare la felicità al lavoro o in azienda.

Pensiamo che sia più efficace e anche incredibilmente più economico, mettere ciascuno nella condizione di poter scegliere la propria felicità e la propria strada per raggiungerla.

Crediamo, infatti, che ciascuno di noi abbia una diversa aspettativa di felicità al lavoro o in azienda e uno specifico modo per poterlo realizzare: per creare le condizioni del proprio benessere occorre poter scegliere la disciplina (qualunque essa sia) che ci fa stare meglio.

La proposta che facciamo alle persone e alle aziende che sono realmente interessate a sviluppare un contesto lavorativo felice è quello di creare spazi e condividere metodi per permettere a ciascuno di riconoscere ciò che lo rende felice del lavoro che svolge.
L’esperienza ci dice che quando riconosciamo il nostro contributo “speciale” nel lavoro che facciamo questo ci genera felicità e benessere e ci dà un senso di paternità/maternità per ciò che stiamo facendo.

Ma quante occasioni concrete abbiamo per riflettere su questo contributo e su come utilizzarlo maggiormente per frequenza o intensità? Quanti sono i manager in grado di riconoscere e valorizzare quel contributo e quindi incrementare il benessere lavorativo dei collaboratori?

Ci piace l’idea di poter aiutare persone e aziende a lavorare su questo approccio.

 

 

 

Scarica gratuitamente ora l’Happy At Work Manifesto con un clic e se sei felice di restare in contatto con noi, lascia la tua mail!

Nome: 

Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n.196 del 30/6/2003)


I Leader come moltiplicatori della Felicità sul lavoro

"Se le tue azioni ispirano gli altri a sognare di più, imparare di più, fare di più, tu sei un leader." [John Quincy Adams]

leader di felicità sul lavoro

La felicità sul lavoro passa anche attraverso il proprio leader. Abbiamo realizzato che esistono due tipi di leader: i diminutori e i moltiplicatori.

Il primo tipo drena l'intelligenza, l'energia e le capacità delle persone che li circondano e vuole sempre essere la persona più intelligente nella stanza. Dall'altra parte dello spettro ci sono leader che usano la loro intelligenza per amplificare le capacità e le capacità delle persone che li circondano.

Pensa al tuo insegnante o professore universitario preferito, e sinceramente chiediti: "Mi è piaciuto questo professore perché la sua classe è stata facile o perché mi ha ispirato a fare del mio meglio?"

I moltiplicatori sono persone che trovano il modo di potenziare la propria squadra. Ecco alcuni spunti per diventare un moltiplicatore:

  1. Confrontati prima di decidere. Apriti ad un dibattito con coloro che sono coinvolti dalla tua decisione.
  2. Non fornire risposte pronte. Immagina che la risposta potrebbe arrivare da i tuoi collaboratori, poni domande che possano aiutarli ad arrivare a una risposta.
  3. Crea sfide. Quando è richiesto uno sforzo, aumenta il livello di attenzione e il coinvolgimento sul lavoro.
  4. Rendi le persone responsabili. La responsabilità aiuta gli altri a sentirsi titolari delle proprie azioni.

 

Gli ambasciatori della felicità

Ambasciatori di felicitàCiascuno di noi può cambiare il mondo. A maggior ragione ciascuno di noi può cambiare il proprio posto di lavoro!

Diventare un Ambasciatore della felicità è una grossa opportunità per diventare un innovatore del cambiamento organizzativo e del posto di lavoro. E’ l’opportunità che può renderti pienamente felice.

Quando qualcuno prova più speranza, più forza, più amore – è in grado di essere più gentile, più paziente, più gioioso, più amorevole - e quindi più positivamente influente verso gli altri e se stesso.

L’Ambasciatore della Felicità è qualcuno che si prende cura della felicità quotidianamente, che ogni giorno promuove e diffonde in azienda, tra i colleghi e con i capi, con i clienti e con i partner professionali, la felicità.

E’ un Ambasciatore della Felicità chi allena quotidianamente queste 10 competenze chiave:

La GENTILEZZA
La GRATITUDINE
L’EMPATIA
La COMPASSIONE
Le RELAZIONI SIGNIFICATIVE

L’AUTOCONSAPEVOLEZZA
La GENEROSITÀ
L’OTTIMISMO
La RESILIENZA
Il SENSO DEL PROPRIO AGIRE

Happy New Week  - cheerful handwriting on a napkin with a cup of coffee

Scarica gratuitamente ora l’Happy At Work Manifesto con un clic e se sei felice di restare in contatto con noi, lascia la tua mail!

Nome: 

Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n.196 del 30/6/2003)