Cominciamo con una buona, anzi ottima, notizia: la settimana dal 24 al 28 settembre è la settimana Internazionale della felicità al lavoro!

Noi abbiamo aderito alla Settimana Internazionale della Felicità al Lavoro e v’invitiamo a fare lo stesso.

Crediamo che la felicità sui luoghi di lavoro debba essere una priorità di tutte le organizzazioni, grandi o piccole, nazionali o internazionali.

Tutti vogliamo essere felici, anche al lavoro; del resto trascorriamo molto tempo al lavoro.

Inoltre, se siamo felici al lavoro è probabile che saremo più felici anche nel resto della nostra vita.

La felicità al lavoro è redditizia per le aziende, perché i collaboratori più felici sono più sani e più vitali, più produttivi e più coinvolti, più collaborativi e più innovativi.

Pensiamo che la felicità sul lavoro debba rappresentare la norma e non un’eccezione.

Crediamo che basti poco per creare un ambiente di lavoro stimolante, attraverso apprezzamenti, feedback, fiducia e assunzione di responsabilità.

Essere felici al lavoro significa dare senso a ciò che si fa, avere relazioni sane, cercare il proprio autosviluppo e il giusto divertimento. Allo stesso tempo significa limitare le regole inutili, i giochi di potere, l’assenteismo e i colleghi demotivati.

Come dipendenti, imprenditori, organizzazioni e soprattutto come esseri umani facciamo qualcosa per rendere la felicità sul lavoro sempre più diffusa.

Se facciamo tutti un passo, possiamo fare un grande cambiamento.

Scarica e utilizza il Manifesto per la Felicità al Lavoro e fai tutto ciò che è nelle tue possibilità per rendere più felici te stesso, la tua squadra, la tua organizzazione.

Se hai voglia di condividere le azioni e gli eventi di diffusione e celebrazione della felicità che hai messo o metterai in atto, scrivici. Le pubblicheremo sul nostro sito come best practices per aiutare tutti a essere più felici!

Articoli correlati